Scoperta un'acquaforte di Rubens ispirata a Leonardo

Scoperta a Roma una rara acquaforte di Paul Rubens. E’ uno studio del pittore fiammingo liberamente ispirato al dipinto di Leonardo da Vinci “L’ultima cena”, di cui si erano perse le tracce dal 1836.

La scoperta è stata fatta da uno psicologo romano che ha fatto valutare una stampa anonima: grazie alla perizia del professor Andrea De Liberis e del professor Alfredo Pasolino si è scoperta, quindi, essere una preziosa e rarissima acquaforte.

L’acquaforte di Paul Rubens ritrovata a Roma è menzionata in un libro del 1836 denominato Le classiche stampe del Prof Giulio Ferrario in cui si accennava a questo studio di Rubens.

Fu eseguita durante il soggiorno romano del pittore fiammingo in cui fu impegnato a realizzare, dopo aver visitato e rilevato con disegni, L’ultima cena di Leonardo da Vinci nel refettorio di Santa Maria delle Grazie a Milano. Rubens si dedicò tardi all’acquaforte e soprattutto durante il soggiorno romano realizzò vari disegni di diverse opere poi eseguite al bulino.

La firma di Paul Rubens in basso a sinistra suggella l’importanza e l’autenticità dell’incisione coeva ed in prima tiratura delle due lastre.

Solo al suo rientro ad Anversa, infatti, Rubens si affidò ad incisori locali e da quel momento in poi l’influenza del maestro sugli incisori si farà sempre più importante. Lo stesso Rubens sentì la necessità di avvalersi di un incisore la cui produzione fosse sotto la sua diretta supervisione e la scelta cadde su Lucas Vosterman, che divenne il più famoso interprete della grafica del maestro.

Quest’opera rimane perciò una rarità ed è un eccezionale testimonianza delle rare incisioni eseguite direttamente dal pittore il cui valore artistico ed economico è notevole.

Lo psicologo romano proprietario dell’opera, l’aveva ereditata 12 anni fa dal padre: solo ora, dopo la perizia dei professori Andrea De Liberis e Alfredo Pasolino, ha scoperto di avere tra le mani una fortuna.

Elevato, ma non stratosferico, da cento a trecentomila euro, è il valore sul mercato delle incisioni di Paul Rubens, forse l’unico tra gli antichi maestri ad avere quotazioni stellari simili a quelle dell’arte contemporanea.

Del grande artista fiammingo sarebbe stata ritrovata a Roma una rara acquaforte ispirata all’Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

Per un maestro come Rubens, ha detto il soprintendente del Polo museale romano Claudio Strinati, sono pochissimi al mondo gli studiosi qualificati a stabilire l’autenticità delle sue opere ancora inedite.

Quindi, per l’opera rinvenuta dallo psicologo romano (e della quale esiste una prima perizia firmata da Andrea De Liberis e Alfredo Pasolino), secondo il soprintendente bisogna ancora attendere l’attento esame di riconosciuti esperti di fama mondiale.

Comunque, per un’acquaforte, il valore è assai più contenuto rispetto ai disegni e ai dipinti, “elevato, ma non stratosferico”, ha concluso Strinati, sottolineando che però alcune incisioni sono state battute in asta i due-trecentomila euro.

Advertisements
Published in: on June 23, 2009 at 10:31 am  Leave a Comment  

The URI to TrackBack this entry is: https://antiques20.wordpress.com/2009/06/23/scoperta-unacquaforte-di-rubens-ispirata-a-leonardo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: